I vantaggi degli ETF

Gli Exchange Traded Fund (ETF) sono fondi d’investimento passivi e quotati che stanno avendo un successo clamoroso negli ultimi anni. Come mai?

Vediamo i 3 motivi per cui gli ETF piacciono a un numero sempre crescente di persone.

1) Poca burocrazia

Essendo quotati, tali fondi sono molto più flessibili rispetto ai classici fondi comuni d’investimento che sono quasi sempre non quotati

2) Trasparenti

Con gli ETF sai cosa aspettarti: essi replicano esattamente l’indice a cui fanno riferimento

3) Bassi costi

Essendo una gestione passiva, i costi degli ETF sono di gran lunga inferiori rispetto ai costi dei fondi tradizionali.

Gli svantaggi degli ETF

Gli ETF sono strumenti finanziari abbastanza nuovi, ma che stanno avendo un successo strepitoso in Italia e nel mondo.

Gli ETF sono sostanzialmente dei fondi di investimento passivi e quotati. Ovvero, essi replicano in modo totale un certo indice di riferimento.

Sebbene abbiano indubbi vantaggi, qualche controindicazione c’è. Vediamole.

1) Costi bassi ma non nulli

Essendo una gestione passiva, i costi sono bassi. Bassi appunto, ma non nulli.

2) Leva pericolosa

Gli ETF normali non sono più rischiosi delle azioni ordinarie. Anzi, si può dire che un ETF classico è meno rischiosa di una singola azione.

Tuttavia, esistono ETF a leva che moltiplicano perdite e profitti. Ecco, quelli si che sono molto rischiosi, e vanno usati con attenzione.

3) Non si può battere il mercato

Infine, essendo dei fondi passivi essi replicano esattamente l’andamento del mercato finanziario. E quindi chiaramente non lo possono battere.