Scegliere il proprio broker di CFD: 5 fattori da controllare

In questo articolo esploriamo i 5 fattori da controllare prima di scegliere un broker CFD.

Questo articolo prende spunto dal sito Il Trading Per Te, che offre una bellissima recensione su un broker CFD molto noto. Trovate la recensione qui: www.iltradingperte.com/2016/12/06/broker-online-cfd/

Partiamo.

1) Qualità degli eseguiti

Un buon broker CFD deve eseguire gli ordini immediatamente, senza ritardi.

2) Spread bassi

Gli spread devono essere bassi. Minori sono gli spread, minori sono i costi per i trader utenti.

3) Offerta di tante leve finanziarie

Un buon broker CFD deve essere capace di offrire varie leve finanziarie. Cosicché ogni utente può scegliere la leva che più si adatta alle proprie esigenze.

4) Prelievo senza commissioni

Niente commissioni nascoste sul prelievo dunque

5) Varietà di asset quotati

Infine, chiaramente maggiori sono gli asset quotati e offerti, meglio è per l’utente.

I vantaggi degli ETF

Gli Exchange Traded Fund (ETF) sono fondi d’investimento passivi e quotati che stanno avendo un successo clamoroso negli ultimi anni. Come mai?

Vediamo i 3 motivi per cui gli ETF piacciono a un numero sempre crescente di persone.

1) Poca burocrazia

Essendo quotati, tali fondi sono molto più flessibili rispetto ai classici fondi comuni d’investimento che sono quasi sempre non quotati

2) Trasparenti

Con gli ETF sai cosa aspettarti: essi replicano esattamente l’indice a cui fanno riferimento

3) Bassi costi

Essendo una gestione passiva, i costi degli ETF sono di gran lunga inferiori rispetto ai costi dei fondi tradizionali.

1 2